PROSSIMI APPUNTAMENTI

2016

settembre


24 Little bang - Rassegna Sorseggiare Cultura, Bergamo


ottobre


4 Asanisimasa - Teatro d'Oggetti - Trallalero Festival Friuli Vanezia Giulia Teatro

26/27/28/29 Little Bang - Festival Internazionale Segni d'Infanzia , Mantova


novembre


8/9 Little Bang - Bressanone, BZ

10 Little Bang - Brunico , BZ

11 Little Bang - Vipiteno , BZ

14/15/16 Little Bang - Merano, BZ

17 Little Bang - Egna, BZ

18 Little Bang - Laives, BZ

21/22/23/24/25/26 Little Bang - Bolzano


                             ...continua...



LITTLE BANG, La nascita di un universo




FESTIVAL TEATRO TESTONI DI BOLOGNA
VISIONI DI TEATRO VISIONI DI FUTURO
- FEBBRAIO 2016 -


KETTI GRUNCHI - La Riserva Canini, compagnia l'anno scorso vincitrice del Premio Eolo per il teatro di Figura , nata, appunto, come “riserva” di progetti artistici, con Little bang ne presenta uno che si è sviluppato attraverso un percorso laboratoriale con bambini dai 6 ai 10 anni. Si tratta di una mostra-spettacolo itinerante che si sviluppa in due momenti: l'accoglienza del pubblico, al quale viene mostrata una galleria di opere realizzate dai bambini rispetto alla domanda “come comincia tutto quanto?” e uno spettacolo, o meglio, per dirla con gli ideatori Marco Ferro e Valeria Sacco, che si alternano nella messa in scena, «un'ipotesi immaginaria e teatrale di come tutto ogni volta abbia inizio e fine. Una silenziosa esplosione che accade di continuo. Nelle galassie come nella vita degli esseri umani». A partire dai principi base dell'astronomia e della fisica i bambini hanno realizzato delle ipotesi sull'origine dell'universo servendosi di diversi materiali che hanno preso forma grazie alla loro immaginazione. Lo spettacolo racconta questo processo di creazione in maniera molto poetica, mostrando la potenza della materia e l'energia che ne scaturisce, descrivendo, insomma, una piccola esplosione, se la pensiamo all'interno di un universo che crediamo infinito, dalla quale, però, tutto prende origine e forma. Ai piedi dell'attore (in quest'occasione è stato Marco Ferro ad entrare in scena) un telo bianco raccoglie quello che a noi spettatori sembra un pasticcio di colori e materia, ma quando il telo viene inaspettatamente sollevato, ecco che assistiamo a questo “bang” e a tutto ciò che ne deriva. E allora quel pasticcio ci sembra familiare. Ci parla di trasformazione, paziente e silenziosa, ci parla di fini che contengono già nuovi inizi, ci parla di noi.

LITTLE BANG - La nascita di un universo -





FESTIVAL TEATRO TRA LE GENERAZIONI
- MARZO 2016 -


MARIO BIANCHI - “Per me il nulla è dentro l'occhio di una pulce” “ Per me un inizio e quando ho imparato ad andare in bicicletta e mi sono sentito libero. ”Little Bang” di Riserva Canini per i bambini che vi parteciperanno potrà essere un'esperienza forse unica, come per altro dovrebbe essere ogni uscita teatrale, potrà essere un evento irripetibile assai particolare, composto da due inscindibili momenti collegati tra loro e intrisi di stimoli fantastici e di nuove conoscenze. In una prima parte, infatti i piccoli spettatori sono invitati a visitare una mostra d’arte “povera” delle opere che sono state collezionate nei diversi percorsi laboratoriali, fatti dalla compagnia con i bambini dai 6 ai 10 anni delle diverse regioni di Italia che hanno sostenuto il progetto: Toscana, Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Friuli Venezia Giulia. Nella seconda parte gli stessi spettatori, entrati nella sala teatrale, assisteranno allo spettacolo vero e proprio, ovvero all’ipotesi immaginaria che Riserva Canini ha formulato, ponendosi anch’essa davanti alla grande domanda: come comincia tutto quanto? La compagnia si è seduta coraggiosamente accanto ai bambini, come se fossero stati i loro antenati. Da loro si sono fatti raccontare, attraverso gesti, suoni, materie e colori, come sono andate davvero le cose all’inizio di tutti i tempi, ponendo loro domande precise : Cosa c'è nell'invisibile da cui è nato tutto? E' possibile immaginare la materia tutta in un punto? Cosa é il nulla ? Inoltre li hanno invitati anche a riconsiderare alcune loro vitali esperienze. E' vero che da cosa nasce cosa e che tutto si trasforma? Ti va di narrarci un tuo piccolo inizio? Marco e Valeria hanno poi messo a disposizione dei bambini materiali di assemblaggio e materie prime (argilla, carta, cellophane, farina, colori) chiedendo loro, attraverso questi strumenti, di raccontarci le loro ipotesi immaginarie sulle Origini dell’Universo. E' in questo modo che è nata la piccola galleria d'arte, che costituisce la prima parte dello spettacolo, galleria d'arte, fatta di opere che raccontano l'origine dell'universo e i cui autori sono bambini che non superano i dieci anni d’età . Accanto ed in strettissima relazione con questa personalissima collezione di “piccoli bang” prende vita lo spettacolo costruito dai grandi, “Little Bang”. Sul palco si materializzano mondi possibili, ipotesi e teorie forse al di fuori dalle basi scientifiche, ancora per altro incerte, immaginarie e teatrali, ma tutte tese ad entrare nel mistero di come tutto ogni volta abbia avuto e ha inizio e fine. Ciò rispetto anche all'esperienza individuale di ciascun bambino spettatore: del resto anche lui é all' inizio di un suo percorso nella vita, durante il quale, allo stesso modo, capita che da ogni esperienza ne nasca un'altra che formerà la sua coscienza e la sua conoscenza. L'attore in scena, abbracciando non solo metaforicamente i piccoli spettatori, li porta attraverso un 'immaginazione in continuo movimento, dentro un gioco incessante e sapiente di trasformazioni, realizzate con ogni tipo di materiale, dalla plastica, alla carta, dal cartone, alla plastilina, all'argilla e alla farina. Marco Ferro e Valeria Sacco, scambiandosi spettacolo per spettacolo i ruoli di attore e di accompagnatore, fanno compiere ai bambini attraverso il teatro un 'esperienza fondante della loro percezione del mondo. E infatti alla fine dello spettacolo quasi per magia, una magia che può accadere solo a teatro, l' Universo e il palcoscenico diventano una sola ed unica cosa.